Trattamento delle varici con Flebectomia ambulatoriale secondo Muller

di  Francesco Ferrara

La Flebectomia ambulatoriale  secondo Muller consiste nell’eliminare le varici sia grandi che piccole utilizzando l’anestesia locale ( la stessa usata dal dentista ) in una o più sedute ambulatoriali.
Inoltre consente al paziente di tornare a casa dopo 2 ore circa, per proseguire la normale attivita di tutti i giorni, nonostante abbia una gamba fasciata. Leggi tuttoLe vene vengono estratte con strumenti speciali (Fig B) attraverso piccoli fori
( raramente più grandi di 1 mm ) praticati sulla pelle, con un semplice ago (Fig A), lungo il decorso della vena (Fig C). Le ferite sono così piccole che in genere dopo 2 mesi si vedono appena e dopo 6 mesi sono praticamente invisibili.
Alla fine dell’intervento la gamba operata viene fasciata strettamente ed il paziente si alza e va a camminare nello studio stesso, per verificare che tutto proceda per il meglio. Dopo 30 minuti circa può già uscire ed andare a casa con le proprie gambe.
Non solo non dovrà stare a riposo, ma anzi viene invitato a camminare il più possibile nel corso della giornata.
Se sono necessarie più sedute operatorie, queste vengono eseguite a distanza di 2-3 giorni l’una dall’altra, cosicché il pericolo di disagio legato alla fasciatura compressiva dura al massimo 1 o 2 settimane.
Fra una seduta e l’altra è possibile condurre una vita del tutto normale.
L’operazione di flebectomia ambulatoriale è molto semplice perché si svolge in superficie, appena sotto la pelle e non interessa strutture “pericolose”. La fasciatura compressiva è studiata in modo tale da impedire anche la più piccola perdita di sangue ed un accurato controllo prima della dimissione dall’ambulatorio confermerà che tutto procede per il meglio.
La elastocompressione con bende o con calze elastiche va scrupolosamente effettuata durante tutto il giorno, e rimossa durante il solo riposo notturno; è comunque prolungata per 30-40 giorni dopo il trattamento.
Un po’ di dolore la sera dell’intervento, viene eliminato con dei semplici antidolorifici, mentre il fastidio della fasciatura è sempre sopportato e superato camminando attivamente nell’immediato postoperatorio.
Dopo l’intervento è, infatti, OBBLIGATORIO camminare, meglio se a passo spedito. E’ sconsigliato stare seduti per molto tempo; volendo riposare, è meglio sdraiarsi un poco. Dovendo viaggiare in macchina , è opportuno fermarsi ogni 40 minuti e camminare per 10 minuti circa.
Durante la giornata una passeggiata servirà a sciogliere dolori e fastidi.
Il giorno stesso, o meglio il successivo, può essere intrapreso il normale lavoro, ricordando che più ci si muove, meglio sarà.
Qualche volta il piede può gonfiarsi. La fascia elastica o la calza che lo coprono servono per evitare questo fenomeno. In caso di gonfiore è sufficiente fasciare più forte il piede e camminare più speditamente.
Se compare una traccia di sangue sulla medicazione ( evento molto raro ), la prima cosa da fare è di stendersi e sollevare la gamba operata: qualsiasi perdita di sangue subito si fermerà. Basta aspettare che il sangue si asciughi perché tutto sia risolto, mettersi poi in contatto con me.
Per ottenere una rapida ed estetica guarigione delle mini-incisioni, è bene praticare una doccia solo dopo 7 giorni dallo intervento, e un bagno non prima di 20. Inoltre non esporre le gambe al sole ed evitare la sauna per almeno 2 mesi. È possibile sottoporsi agli interventi anche durante il ciclo mestruale.
Complicazioni importanti non si sono mai verificate nella mia esperienza. Anche se molto raro, qualche inconveniente è pur sempre possibile ( formazione di vesciche, infezione di una ferita, cicatrice finale un po’ più evidente, lividi o macchie della pelle lungo il decorso di una vena, insensibilità di piccole aree cutanee), ma si tratta di eventi in genere non gravi, che si rimediano con il tempo senza lasciare sequele.

N.B. è utile che ogni paziente (maschi compresi), porti una comune calza di seta da donna, da indossare sotto quella elastica, per consentire un agevole scivolamento di quest’ultima sul bendaggio post-operatorio.
NON APPLICARE CREMA O COSMETICI SULLE GAMBE DURANTE IL TRATTAMENTO.

Immagine

 

 

 

 

A

 

B12

 

 

 

 

B

 

C

 

 

 

 

C

Potresti essere interessanto anche a...